Condividi su Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter

Proposta EQUO COMPENSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO


 Nel 2006 si era iniziato con le “liberalizzazioni”, con l'eliminazione delle tariffe, perché l'Europa le ritiene lesive dei principi di libera concorrenza e, di conseguenza, dello sviluppo; ma quale sviluppo abbiamo avuto dal 2006 ad oggi? Lo sviluppo delle multinazionali, forse, lo sviluppo dei titoli e dei fondi ma, sicuramente, non la ricchezza dei cittadini che, in conseguenza delle liberalizzazioni, è diminuita; dal 2007, infatti, i redditi sono scesi e non sono più saliti; lo stesso Trump era stato eletto nel momento in cui l'economia americana “tirava” ma, nonostante ciò, il ceto medio si impoveriva; è un principio matematico di rete, infatti che, in mancanza di regole, i ricchi diventino sempre di meno e sempre più ricchi ed i poveri sempre di più e sempre più poveri (che poi era il principio espresso da Marx nel “Capitale”).
Per questo che oggi, a prescindere da quello che impone l'Europa, abbiamo chiesto, al senatore Crucioli, che sia presentata una proposta di legge sull'equo compenso dell'amministratore di condominio e lo abbiamo chiesto ad un senatore antieuropeista; non solo, ma abbiamo mandato anche un nostro giovane associato a candidarsi al Consiglio Comunale di Genova per avere, anche noi, una rappresentanza politica nelle istituzioni.
Ma vi è  di più; abbiamo visto, negli ultimi tempi, come i tagli imposti dall'Europa abbiano distrutto il nostro servizio sanitario rendendo la nostra salute e la nostra economia vulnerabile ad un'epidemia che ha creato, da noi, più danni che in quasi tutto il mondo; non solo, ma abbiamo assisitito ad una violazione dei diritti che mai non sia era vista (lavoratori privati dello stipendio, persone discriminate e segregate) www.youtube.com/watch  ma che rischia di diventare la regola ad ogni “emergenza” e la regola quella di “un'emergenza senza fine”, come quella bellica, che ci vede proiettati un un conflitto tra Paesi che si affrontano per loro motivi storici, ma a noi estranei e dei quali, sinceramente, ce ne importa ben poco.  
Per cui guardate il video ed agite di conseguenza...


Video




A.L.A.C. P.Iva 01841300997 Cod. Fisc. 95013730106 - Presidenza Nazionale Genova Salita Salvatore Viale, 1/13 (piano 3°) - Segreteria Nazionale Roma Via Tripoli, 152 -
informativa sui cookies - credit